Search
  • Alessandro Olianas

Il Maninfide Sardo incontra il Claddagh Irlandese.



Ancora una volta queste due Isole Magiche si incontrano nella loro magia folcloristica e di antiche tradizioni..

La leggenda dice che i gioielli sardi sono creati dalle janas, le fate che vivono nelle loro case scavate nella pietra, che esistono realmente, le domus de janas...E li nelle loro case incantate le fate tessono oro e argento come se fossero fili, intrecciandoli con pietre preziose, ottenendo così i gioielli sardi.E così le janas hanno creato sas prendas, i gioielli sardi. Tra questi ce n'è uno che richiama al patto d'amore che uomo e donna stringono decidendo di sposarsi. L'anello di fidanzamento. Il Maninfide. Ovvero le mani in fede. E' un anello che rappresenta due mani che si uniscono e si stringono, proprio a simboleggiare il patto di prossima unione tra i futuri sposi.E così l'uomo che amava la sua donna correva da lei a portarle in dono il Maninfide, per farle capire che le sue intenzioni erano serie, e che la voleva come sua sposa e futura madre dei suoi figli. E la donna, che diventava realmente tale nell'istante in cui riceveva il Maninfide, donava al suo uomo un coltello dal manico in corno od osso arricchito di borchie. Così si stringe il patto di amore eterno. Che ha radici molto antiche,infatti questa usanza risale al periodo romano, quando con un anello si stringeva il patto di destrarum iunctio, ovvero di fidanzamento. E così la fidanzata sfoggiava il suo primo anello al dito. Che stava a dichiarare apertamente il suo stato e il patto di unione che la legava al suo uomo. Mani intrecciate intorno ad un dito, per sempre.

Il Claddagh Ring (dall'inglese: Anello di Claddagh, in lingua gaelica irlandese: fáinne Chladaigh) è un anello di fidanzamento irlandese, composto da due mani che tengono un cuore sormontato da una corona. Le mani simboleggiano l'amicizia, la corona è simbolo di lealtà e il cuore dell'amore. Questo anello deve l'origine del suo nome ad un villaggio di pescatori sulla Baia di Galway, in Irlanda, chiamato proprio claddagh (parola che in gaelico indica la sabbia rocciosa tipica di quella zona).

Vi sono moltissime leggende nate attorno all'Anello di Claddagh. Una di queste racconta che invece, un antico artista orafo irlandese durante la seconda metà del XVII secolo, forgiò questo anello per una fanciulla di Galway che, in attesa del rientro del suo unico vero amore, non aveva mai smesso di amarlo e di essergli fedele: lui le si presentò con il celebre Anello di Claddagh d'oro, simbolo del loro amore duraturo (due mani a rappresentare l'amicizia, la corona a significare la loro lealtà e devozione, e il cuore a simboleggiare il loro reciproco amore eterno). I due si sposarono subito e non si separarono mai.

0 views0 comments